Ti ricordi di me?

Altra sera, altro concerto! Dopo il solito pomeriggio passato in bagno, ovviamente. Non potevo mancare perché avrei visto, di nuovo, Ezio Bosso e, perché lo avrei fatto con un gruppo di amici che non vedevo da tempo. Purtroppo però, con uno di loro non siamo riusciti ad incontrarci.

Arrivato e sceso dalla macchina, distrutto, tanti baci e abbracci e via verso la biglietteria. Arrivati allo scivolo per le carrozzine, ecco attimi di panico perché mi impunto sul micro gradino all’inizio dello stesso. Mi ritrovo buttato in avanti, quasi faccia a terra, aggrappato alle ruote. Ancora una volta i miei angeli mi hanno sostenuto. Mentre mi tirano su, durante quegli interminabili secondi, mi guardo attorno e vedo non poche persone intente ad osservare l’accaduto, magari comodamente poggiate ad una colonna. Nessuno si è degnato di soccorrermi ed abbiamo dovuto fare tutto da noi.

Dopo aver intravisto un paio di persone famose ed aver guadagnato il posto, passando tra i musicisti che si scaldavano tra il pubblico, inizia il concerto! Io all’ultimo posto della fila, centrale rispetto al palco. Accanto a me si mette, in piedi, una ragazza che poi scopro essere la compagna di Bosso!

Sembrava una riunione di famiglia, più che un concerto. Ma senza litigi! Una bellissima atmosfera di pace e tranquillità.

Veniamo a sapere che, anche questa volta, il Maestro firmerà autografi in libreria! Giusto il tempo di comprare l’ultimo suo CD e ci mettiamo in fila. Ma niente foto stavolta, sono tassativi.

Essendo in carrozzina, ovviamente ci hanno fatto passare subito! Un addetto ha passato il mio CD al Maestro che, dopo la firma, ha alzato gli occhi chiedendomi se mi fosse piaciuto il concerto e se fosse il primo che vedevo. Appena rispondo che ci siamo visti l’anno scorso, ha spalancato gli occhi un po’ provati dalla serata dicendomi: “ma si, certo, Andrea”!

Sono rimasto di stucco, senza parole! Si ricordava di me e della chiacchierata veloce dell’anno prima! Quasi balbettando, rispondendogli, gli ho dato del tu e, mentre mi correggevo, mi ha detto che andava benissimo così!

La serata è ormai finita, dopo foto, chiacchiere ed altri baci e abbracci. Salito in macchina, stanchissimo, sono tornato a casa guidando senza fatica. Il caldo era ormai passato e, con lui, molta della mia stanchezza. 🙂

#sonoabilediversamente #diversamenteabile #disabili #disabile #disability #disabled #handicap #handicapper #carrozzina #wheelchairlife #wheelchair #sediaarotelle #sclerosimultipla #multiplesclerosis #ms #sm #msfighter #thisisms #spoonie #lifegoesonwheels #nonmifermomai #vitaquotidiana #spoonielife #concerto #EzioBosso

Autore:

Affetto da sclerosi multipla dal '97 ho cercato di adattarmi ad un corpo in costante cambiamento. Spero, attraverso questo blog, di poter dare "spunti di sopravvivenza" ai miei compagni di sventura e non. Racconterò anche degli eventi della mia malattia che presi dal verso giusto fanno proprio ridere! Scriverò di ogni idea, informazione, filmato ecc che mi ha dato spunti di riflessione. Saranno ben accetti commenti e se ti piace il blog, fatelo conoscere ai vostri amici! :-)

2 pensieri riguardo “Ti ricordi di me?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...